L’importanza di esserci

WhatsApp Image 2019-05-28 at 21.28.50

Ieri sera, navigando sui social, mi sono imbattuta in questa immagine e devo dire che mi ha colpito molto. In poche parole ha riassunto un pensiero basilare, che dovremmo tenere sempre a mente: la pazienza di qualsiasi persona è tutt’altro che infinita, anzi, e anche se qualcuno si dimostra molto disponibile, non bisognerebbe mai approfittarne.

Sembra un discorso scontato, lo so. Fin da piccoli ci insegnano (o almeno così dovrebbe essere) che il rispetto per l’altro è la prima forma di educazione, che senza di esso non andremo da nessuna parte. Eppure le cose non stanno esattamente così. Mi spiego meglio. Ci sono delle persone che darebbero l’anima per l’altro, ma non ricevono lo stesso trattamento. Arriva un momento in cui, anche con tutto l’amore del mondo, queste persone non si sentono per nulla appagate: molte continuano come se nulla fosse, altre invece si stancano e se ne vanno. Ed è proprio qui che l’altro si accorge dell’assenza, della mancanza di attenzioni, ma in genere ormai è troppo tardi per rimediare. E non sto parlando soltanto di rapporti d’amicizia o d’amore: anche le relazioni familiari possono spezzarsi. Certo, una madre morirebbe per un figlio, ma secondo me anche qui non bisogna tirare troppo la corda. Ricordiamoci sempre che il rispetto per l’altro è fondamentale, che non dobbiamo mai dare per scontata la presenza di qualcuno, perché quel qualcuno un giorno potrebbe non esserci più.

Annunci

In fondo, l’amore cos’è?

copertina_omofobia

L’amore è la più alta espressione di vita…

Oggi è la Giornata mondiale contro l’omofobia. Lo so, ho affrontato tante volte questo argomento, ma non mi stancherò mai di ripeterlo: l’amore è semplicemente AMORE. Stop e fine. È inaccettabile nel 2019 discutere di chi ha diritto di amare e chi no. Perché, in fondo, questa giornata non dovrebbe nemmeno esistere, invece ancora oggi ascolto certi insulti e appellativi che mi danno i brividi solo a pensarci. Come si possono ancora  classificare le persone in base all’orientamento sessuale, al colore della pelle, allo stato sociale o quant’altro?

Le persone sono semplicemente persone. L’amore è semplicemente LIBERTÀ.

L’essere umano è davvero un “animale sociale”?

Sono imperdonabile, lo so. Sono anni che non metto più piede in questo blog. A volte siamo talmente presi dalle nostre preoccupazioni che ci dimentichiamo di tutto. Eppure mi piace scrivere, adoro condividere i miei pensieri, anche quelli più intimi, per la gioia di scambiarsi semplici opinioni. In fondo, l’essere umano si dovrebbe distinguere dagli altri proprio perché è considerato un “animale sociale”, come scrisse il filosofo greco Aristotele nel lontano IV secolo d.C., ma io non concordo pienamente, almeno in questo periodo. Certamente è innegabile che l’essere umano abbia cambiato il mondo nel corso dei millenni, che negli ultimi due secoli abbia fatto scoperte incredibili, funzionali e profondamente innovative.
Tuttavia,  penso che per essere davvero un “animale sociale”, sia necessaria una caratteristica fondamentale: l’empatia. Negli ultimi anni abbiamo quasi perso questa virtù. Siamo troppo concentrati su noi stessi, non vestiamo più i panni dell’altro, perché non ci interessa il benessere altrui, bensì esclusivamente quello nostro. Ovviamente non bisogna fare di tutta l’erba un fascio, ma in generale ho visto che negli ultimi decenni l’egoismo dell’essere umano è incredibilmente aumentato.

Forse dovremmo fare tutti un passo indietro, capire che nella vita non c’è soltanto un io, ma anche un NOI.

“La Pace inizia con un Sorriso”

image

Tutta questa violenza nel mondo rappresenta l’essenza dell’uomo: un essere vivente che vuole continuamente sovrastare l’altro, lo vuole sottomettere con la scusa di una religione, di un’idea politica, di una caratteristica fisica.
La guerra in Siria, gli attentati in Belgio e in Pakistan sono tutti espressione di un eterno desiderio di potere.
Eppure c’è chi vorrebbe uscire di casa senza preoccuparsi di incontrare un estraneo, di andare tranquillamente in stazione, in aeroporto, di prendere una metro.
Tutti vorrebbero la pace nel mondo, a volte un sorriso può essere l’inizio di un cammino, proprio come affermava Madre Teresa.

Free Love

image

Mi ritrovo molto spesso ad ascoltare commenti sgradevoli sull’omosessualità, sulle adozioni delle cosiddette “coppie gay”. L’amore non è un contratto prestabilito, non è una limitazione esclusiva. La libertà d’amare costituisce il fondamento di ognuno di noi in ogni sua forma, in ogni sua sfumatura.

Negli Stati Uniti ora tutti possono coronare il proprio sogno con la persona che amano: è stato raggiunto un traguardo che costituisce il punto di partenza per un mondo libero, in cui non ci sono pregiudizi, in cui l’amore non è violenza, non è un limite, ma semplicemente AMORE.

L’amore non conosce ostacoli, non conosce barriere.

Libertà, quale crimine!

11071159_10205276828953586_7000690966879558123_n

Troppo spesso ascolto commenti spregevoli nei confronti dei cosiddetti “immigrati”. Ieri mi è venuto un colpo al cuore quando ho letto la parola “INFESTAZIONE”. Andrò contro tutto e tutti, ma per me non esiste alcuna differenza, siamo tutti esseri viventi in un mondo troppo imperfetto.

Gli Stati, le Nazioni si sono costruiti sempre e soltanto con guerre, violenze, torture, uccisioni brutali, tutto ciò per uno scopo: il potere. Il dominio sugli altri è assurdo, oltre che inesistente. Chi rischia la vita ogni giorno per andare altrove cerca un futuro, esattamente come chiunque altro.

Non esiste nessun “Loro”, non esiste nessun “Noi”. Semplicemente SIAMO.

Riflessioni

18-sentiero-di-luce

Breve è la vita che viviamo davvero. Tutto il resto è tempo.

Lucio Anneo Seneca

La vita è così strana. A volte sembra di essere sulla vetta più alta del mondo, a volte nell’abisso più profondo. E ci si domanda: perché non si può essere semplicemente felici? Eppure, se ci pensiamo bene, siamo noi stessi a costruire le fondamenta della nostra esistenza, la medesima che ci fa sorridere, piangere, che ci rende forti e vulnerabili. Ed è proprio questo che ci aiuta ad affrontarla, ad andare avanti nonostante tutto, nonostante tutti: la vita è troppo breve per sprecarla in pensieri devastanti.